23-30 settembre 2018 – 25^ e 26^ domenica ordinaria

Il seminatore uscì a seminare…

seminatore1

Carissimi,

        per una volta mi permetto di non commentare il brano del vangelo della domenica, ma di approfittare di questo strumento per rivolgervi personalmente il mio “grazie” nel momento in cui mi sto preparando a lasciare il servizio di parroco moderatore dell’Unità Pastorale della Cattedrale per assumere quello di parroco della comunità cristiana della Madonna Pellegrina.

Grazie per questi quattro anni trascorsi insieme nell’esperienza di avvio dell’Unità Pastorale tra le sei nostre parrocchie del Centro Storico. Quattro anni forse sono pochi, ma sono stati per me ricchi, intensi e stimolanti non solo e non tanto per le varie attività e iniziative pastorali promosse, ma soprattutto per la rete di relazioni e di rapporti tra persone e tra comunità parrocchiali che insieme, preti e laici, siamo riusciti a creare pur in un lasso di tempo così breve. Insieme abbiamo superato le fatiche e le comprensibili diffidenze dell’iniziare una realtà nuova, ma la forza del collaborare in unità ci ha portato a riconoscere fin da subito le comunità cristiane vicine come un sostegno reciproco per vivere la nostra esperienza di fede in questo particolare territorio che è il Centro Storico della città, ritrovando risorse ed energie insospettate.

Un grazie particolare a mons. Franco Costa, che lascia anch’egli in questi giorni l’incarico di collaboratore per la parrocchia di San Benedetto, assumendo il medesimo incarico in quella di Cristo Re.

In questi giorni mi sta aiutando l’immagine del seminatore, che ci accompagnerà in questo avvio di un nuovo anno pastorale. Ai preti – e alle comunità – in cambiamento sono proposte queste espressioni suggestive:

«Il seminatore uscì…» Non solo per seminare. Uscì, il seminatore, andando altrove, cambiando il campo, ascoltando la vita e le stagioni. Sognò una seminagione abbondante e un raccolto buono.

La parabola di Gesù non ci parla di avere il tempo per godere del raccolto, ma solo di seminare con abbondanza: e questo ci basti.

Buona semina e buon proseguo di cammino!

don Umberto

 

Di seguito la comunicazione ufficiale con l’annuncio del nuovo parroco, don Maurizio Brasson, e dell’avvio del nuovo progetto pastorale che coinvolgerà progressivamente le parrocchie del Centro Storico.

 

“Nelle prossime domeniche di ottobre alcune comunità parrocchiali della città di Padova vivranno alcuni “cambi di parroco”, come previsto dalle “nomine” ufficializzate tra giugno e luglio. Altre, sono di questi ultimi giorni. Sono passaggi importanti e delicati per le comunità parrocchiali e per i sacerdoti coinvolti, che vanno accompagnati con affetto e letti nella progettualità di una Chiesa che cammina insieme. Sono passaggi orientati ad attivare quei dinamismi e sollecitudini pastorali utili a ridisegnare i volti delle parrocchie nell’orizzonte dell’evangelizzazione, in un mondo in continuo e veloce cambiamento, e in linea con l’attenzione alla parrocchia, centro vitale di una comunità cristiana, su cui la Diocesi ha aperto un’ampia e articolata riflessione che accompagnerà anche il cammino pastorale dei prossimi anni. Ogni cambio incrocia esperienze e tradizioni, freschezze e novità, timori e speranze, gratitudini e attese.

L’ultimo passaggio è stato ufficializzato in questi giorni, con la comunicazione ai relativi consigli pastorali parrocchiali: alla Madonna Pellegrina andrà l’attuale arciprete della Cattedrale e parroco moderatore dell’Unità pastorale della Cattedrale (comprendente le parrocchie di Cattedrale, San Benedetto, Santa Maria dei Servi, San Nicolò, Sant’Andrea, San Tomaso), mons. Umberto Sordo. Originario di Padova, 54 anni, don Umberto ha alle spalle una ricca esperienza parrocchiale che lo ha visto “pioniere” nell’avvio dell’esperienza delle unità pastorali: dopo essere stato otto anni a Lozzo Atestino, prima come vicario parrocchiale (1997-1999) e poi come arciprete (1999-2005) è stato co-parroco dell’unità pastorale di Cona-Cantarana-Monsole-Pegolotte per otto anni, dal 2005 al 2014, e successivamente a Padova dal 2014 arciprete della Cattedrale a parroco moderatore dell’unità pastorale della Cattedrale. A succedere a mons. Sordo arriva il coetaneo don Maurizio Brasson, classe 1964, dal 2007 arciprete di Pernumia e precedentemente (2000-2007) di Arquà Petrarca, ma con esperienze di vicario parrocchiale (cappellano) a Padova (Guizza e Camin) oltre che a Este-Grazie.

Un passaggio importante, quest’ultimo, che accende i riflettori sull’avvio di un ripensamento complessivo della pastorale del Centro storico di Padova, sulla base di un’esperienza maturata in quattro anni di unità pastorale che ha avviato sinergie e messo le fondamenta per una pastorale sempre più diffusa e in rete”.

 


VITA DI COMUNITA’

mani

 

Domenica 23 settembre – 25^ del tempo ordinario

Giornata del Seminario

san Benedetto, ore 12.30: Pranzo di solidarietà Caritas.

Martedì 25 settembre

santa Lucia, ore 17.00: Adorazione Eucaristica per le parrocchie dell’Unità Pastorale; segue alle ore 17.30 il Rosario e la S. Messa alle ore 18.00. Questa è l’unica celebrata il martedì sera nel territorio dell’Unità Pastorale.

Servi, ore 21.00: Concerto conclusivo della rassegna “In principio”, con la prima esecuzione italiana di Arvo Pärt “In Spe a cui seguirà Fratres. Tra i due brani di Pärt, l’Orchestra di Padova e del Veneto, guidata dal Maestro Fabio Sperandio, darà vita a due celebri pagine del repertorio: i “Tre Offertoria” op. 46, op. 47, op. 153 di Schubert e l’Incarnatus est, sublime e trasognato momento tratto dalla Messa in do minore K. 427 di W.A. Mozart, interpretato dal soprano Sara Fanin. 

Mercoledì 26 settembre

Servi, ore 17.00: inizio degli appuntamenti quindicinali del gruppo “Incontriamoci ai Servi”.

Domenica 30 settembre – 26^ del tempo ordinario

Martedì 2 ottobre

santa Lucia, ore 17.00: Adorazione Eucaristica per le parrocchie dell’Unità Pastorale; segue alle ore 17.30 il Rosario e la S. Messa alle ore 18.00. Questa è l’unica celebrata il martedì sera nel territorio dell’Unità Pastorale.

Sabato 6 ottobre

Cattedrale, ore 9.30: Assemblea diocesana di inizio anno pastorale e celebrazione per l’apertura della Visita Pastorale del vescovo Claudio.

Cattedrale, ore 16.30: S. Messa di saluto di don Umberto alla parrocchia; segue alle ore 19.00 buffet presso il Patronato in via Tadi 31.

Domenica 7 ottobre – 27^ del tempo ordinario

san Benedetto, ore 10.30: S. Messa di saluto di don Umberto e di don Franco alla parrocchia e all’U.P.; segue buffet presso il Patronato in Riviera S. Benedetto 38.


 

sinodoSINODO DEI GIOVANI: VOLPI O CAMALEONTI?

 

Rettile squamato, capace di cambiare colore a seconda di dove si trova, dotato di lunga lingua appiccicosa pronta alla cattura di piccole prede, due occhi grandi in grado di roteare in direzioni tra loro diverse: questa la descrizione di un camaleonte, insomma un mostro. Nel 4° capitolo del documento conclusivo del Sinodo di Padova, Vivere la fede negli ambiti di vita, i giovani dicono un no chiaro a una vita da camaleonti, insipida e priva di una propria identità, e al tempo stesso non nascondono la fatica reale della coerenza e della testimonianza di vita cristiana, ovunque.

Contro chi spesso li critica come spavaldi e apatici, qui si dichiarano invece fragili e assetati. Non solo, ma sempre questi stessi giovani si sono rivelati delle vere volpi, astute e coraggiose: sì, perché con “santa” furbizia ci confidano la loro sete e il loro desiderio di Verità, ma al tempo stesso scalzano noi, mondo degli adulti, chiedendoci di essere adulti per davvero, di destarci dalla pigrizia del fare per scegliere l’audacia dell’essere e dell’esserci insieme a loro: «dimostrami come si sta al mondo da cristiani, dimostramelo a lezione, all’università, al cantiere, al bar, alla partita, in piazza… fammi vedere come e soprattutto che è possibile!».

Il Vangelo non scorre forse di scena in scena nella casa feriale di Nazareth, nella casa degli amici a Betania, lungo le rive tanto care ai pescatori, per strada, insomma là dove la gente vive l’ordinario più ordinario, oltre che al Tempio? I giovani, in sintonia con papa Francesco, non ci staranno forse lanciando un appello a ritornare a Gesù e alla missione che ci affida, a stare in mezzo alla gente là dove la gente sta e a farlo non come osservatori o poliziotti ma come entusiasti compagni di viaggio, acuti e intelligenti?

Questi giovani ci hanno un po’ incastrato, dobbiamo ammetterlo, e siamo ora tutti noi (proprio tutti: parroci, genitori, insegnanti, catechisti, religiosi…) a dover riflettere: camaleonte o volpe? Ovvero: cristiani un po’ annoiati e trasmettitori part-time di pillole di vita cristiana oppure gente che cerca, che prega, che studia, che dona, che vuol stare al passo, che incontra e insegna a incontrare, che fa quello che dice, che ci sta alla proposta di vita alta del Vangelo? Il vescovo Claudio non ha trovato camaleonti, ma volpi che non si sono lasciate sfuggire l’occasione di prendere la parola. Ora tocca a noi: impallidiamo e cambiamo colore o ci rimbocchiamo le maniche?

    suor Jessica Soardo, Figlie di Maria Ausiliatrice

 


PELLEGRINAGGIO A CASCIA

 Presso la chiesa di S. Canziano si sta organizzando il tradizionale pellegrinaggio nei luoghi di S. Rita (Cascia e Roccaporena) nei giorni di domenica 23 e lunedì 24 settembre, accompagnati da mons. Carlo Tosetto e da don Sergio Zorzi. La quota indicativa è di € 150,00. Per informazioni ed iscrizioni (entro il 6 agosto) con anticipo caparra di € 50,00 rivolgersi a Dario (in sacrestia, al mattino – cell. 338.4235699) oppure contattare Rosa (cell. 329.2193440).


 

ORARI ESTIVI SS. MESSE NELL’UNITA’ PASTORALE

Feriali: Cattedrale 7.30 – 11.00 – 19.00 (non il martedì); S. Andrea 8.00; S. Benedetto 18.00 (non il martedì); S. Nicolò 18.30 (non il martedì); S. Tomaso 18.30 (non il martedì); Servi 18.30 (non il martedì); S. Canziano 9.00; S. Lucia 10.00 – 18.00; S. Clemente 10.00 (non in agosto).

Festivi della vigilia: Cattedrale 16.30; S. Andrea 18.15; S. Benedetto 18.30; S. Nicolò 18.30; S. Tomaso 18.30; Servi 18.30.

Festivi: Cattedrale 9.00 – 10.30 – 12.00 – 19.00; S. Andrea 9.00 – 10.15 – 11.30 – 18.15; S. Benedetto 10.30; S. Nicolò 10.00 – 11.30; S. Tomaso 8.30 – 10.00 – 18.30; Servi 10.00 – 11.30 – 17.15; S. Canziano: 20.00; S. Clemente 11.30 (non in agosto); Collegio Mazza 11.30 (fino al 20 luglio).


 

 

Benvenuti sul sito dell’Unità Pastorale della Cattedrale!

La nascita della nuova Unità Pastorale vuole essere l’unione delle 6  parrocchie del centro storico di Padova (Cattedrale, S. Andrea, S. Benedetto, S. Nicolò, S. Tomaso, Servi) e il suo territorio : ogni mezzo mira dunque a costruire un dialogo tra noi tutti.

Il sito web è stato creato appositamente per comunicare notizie e scambiare anche materiale utile per la nostra vita e formazione umana e Cristiana.

Ma è anche un modo per mettere a disposizione materiale vario da condividere con amici, conoscenti e quanti vivono al di fuori del nostro ambiente.

Speriamo che il sito possa piacervi e se volete mandate suggerimenti per migliorare il sito, materiale utile da poter inserire e soprattutto i vostri commenti.

Buona navigazione !

 


In questo sito potrete trovare le seguenti informazioni:


Dove sono le nostre 6 parrocchie?

mappa_chiese_UPcattedrale