CRISTIANI OGGI, SANTI OGGI

battesimo

Quali orientamenti di fondo deve assumere un cristiano oggi? In che cosa consiste il suo cammino verso la santità, ossia verso una vita piena e matura, nella relazione verso Dio e verso il prossimo?

1. Il sacramento del battesimo, che nella maggioranza dei casi abbiamo ricevuto nella primissima età, ci ha donato tutto subito. L’adozione filiale è dono gratuito di Dio e questa relazione filiale con Dio, non è frutto di una nostra conquista, ma esclusivo dono di Dio. Nell’immediato non ce ne rendiamo conto; solo dopo tante esperienze positive e negative che suscitano le grandi domande di senso sulla vita, iniziamo a percepire il dono di Dio. Di fatto esistenzialmente si diventa cristiani credenti ogni giorno un po’ alla volta, progressivamente, secondo ciò che è avvenuto per il Verbo eterno, nel tempo Gesù Cristo: divenne uomo, progressivamente; ha voluto acquisire, passando attraverso la fatica della virtù provata; ha voluto obbedire e come dice Eb. 5 «imparò l’obbedienza da ciò che patì». Così colui che ha ricevuto il battesimo è chiamato a fare spazio ogni giorno a ciò che è contenuto nel sacramento che ha ricevuto, maturando ogni giorno di più in questa relazione filiale con Dio. Il sacramento va “ascoltato” e lo si ascolta ponendosi le grandi domande sul senso della vita, illuminandole con la preghiera e l’ascolto della Parola, rimeditando il rito del Battesimo, nelle sue parti e nei suoi gesti sino a far diventare tutto questo, vita vissuta e risposta di amore verso Colui che ci è Padre.

2. Cercare e trovare l’essenziale: – l’essenziale della propria umanità e l’essenziale della propria fede. Cercare e trovare sono due verbi di movimento che mettono in moto l’intelligenza e la volontà. – ricettivi verso tutto ciò che dilata l’intelligenza e verso tutto ciò che la riveste di conoscenza e di bellezza – che cosa è fondamentale nella vita? nel senso che non può mancare. – fondamentale è essere costantemente in atteggiamento di ascolto verso di sé e verso gli altri, verso l’ambiente umano entro al quale viviamo – due orecchi: uno rivolto all’interno e un altro all’esterno: Quello interno per chiedermi: che cosa mi rende felice, che cosa suscita gioia nel mio cuore, che cosa e chi, per me, è motivo di serenità? Lo sguardo interiore mi consente di intuire i miei appetiti, perché resta vero che ognuno ha fame di ciò che gli manca. Che cosa mi manca nella vita e perciò lo desidero? Se intuisco nella verità ciò che mi manca sarò maggiormente aiutato a comprendere quali meccanismi di appropriazione si attiveranno nella mia vita per dare risposta alla mancanza di ciò che non c’è e perciò potrò indirizzarli, educarli, veicolarli. Che cosa rende bella la mia vita? Quali esperienze? Quali relazioni? – sebbene dentro all’impegno di ogni giorno, è fondamentale trovare spazio e tempo per queste esperienze e per queste relazioni. – IL BALSAMO DELL’AMICIZIA FRATERNA, amicizia nella quale si è se stessi, senza maschere e recitazioni; nella quale ci si consegna con fiducia all’altro, senza la paura di essere traditi o non compresi; le amicizie vere ci aiutano a camminare serenamente nella vita. – IL CIBO PER LA MENTE: coltivare le grandi passioni della vita…che muovono l’interesse, la curiosità e UFFICIO PARROCCHIALE Via Dietro Duomo, 5 tel. 049 662814 • mail: cattedralepd@gmail.com FEBBRAIO 2019 BATTISTERO DELLA CATTEDRALE Piazza Duomo tel. 049 656914 CALENDARIO DELLE SANTE MESSE IN BASILICA CATTEDRALE FEBBRAIO 2019 LUNEDÌ 4 Ore 7:30 Ore 11:00 Ore 18:00 Vespri Ore 18:30 MARTEDÌ 5 Sant’Agata Ore 7:30 Ore 11:00 Ore 18:00 Vespri Ore 18:30 MERCOLEDÌ 6 San Paolo Miki e compagni Ore 7:30 Ore 11:00 Ore 18:00 Vespri Ore 18:30 GIOVEDÌ 7 Ore 7:30 Ore 11:00 Ore 18:00 Vespri Ore 18:30 VENERDÌ 8 Ore 7:30 Ore 11:00 Ore 18:00 Vespri Ore 18:30 SABATO 9 Ore 7:30 Ore 11:00 Ore 16:30 festiva DOMENICA 10 V DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO Ore 8:30: Santa Messa Ore 10:00: Santa Messa Ore 11:30: Santa Messa Ore 16:15: Vespri Ore 18:30: Santa Messa Ore 15:30: preghiera e traslazione dell’urna della Beata Eustochio dalla chiesa di San Pietro DOMENICA 3 IV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO Ore 8:30: Santa Messa Ore 10:00: Santa Messa Ore 11:30: Santa Messa Ore 17:00: Vespri della domenica Ore 18:30: Santa Messa l’intraprendenza: l’arte…il viaggio (il mondo è come un libro che va letto, non ci si può fermare ad una sola pagina)…la lettura…la cultura… l’incontro… L’orecchio esterno. Porsi in ascolto dell’ambiente umano dove vivo e dove vivono gli uomini per cogliere i loro bisogni più veri e profondi, la fatica del presente, la paura del futuro la perdita di speranza, il disorientamento, la fatica dell’educare. Positivamente: il bisogno di rassicurazione, di consolazione, di fiducia, l’indicazione della meta, il bisogno di compagnia.

3. L’essenziale della fede. Oggi è necessaria una fede a concentrazione cristologica: – fare in modo che liturgia, teologia e servizio nella Chiesa diventino percezione del mistero di Cristo nella sua realtà umana e divina; – PERCEPIRE CRISTO NEL NOSTRO CELEBRARE lasciandoci raggiungere dall’azione che Cristo esercita all’interno della liturgia, azione che precede il nostro agire e non deve essere compromessa dal nostro fare o dall’innata sete di protagonismo. – PERCEPIRE CRISTO NEL NOSTRO CONOSCERE. Non c’è contrapposizione tra scienza e fede perché è lo stesso Dio che ha creato l’una e l’altra. Sono due strade che portano alla conoscenza della verità. Il primo segno del nostro essere creati a immagine e somiglianza di Dio sta nella nostra intelligenza. Sviluppando le risorse contenute nel nostro intelletto, onoriamo Dio. Un cristiano credente sa cogliere le tracce di Dio che si rivela nella perfezione del mondo creato e gioisce per una scienza che si pone a servizio dell’uomo. – PERCEPIRE CRISTO NELL’APPARTENENZA ECCLESIALE: fare esperienza del Cristo vivente e presente nelle sue membra soprattutto quelle sofferenti, nell’umanità ferita con la quale veniamo a contatto (famiglie, malati, emarginati…). La Chiesa è quella forma corporea, fatta di persone concrete, che Cristo si è dato con la sua risurrezione, ha scelto di abitare in una dimensione comunitaria. La Chiesa non è una ONG, ma il luogo umano dove il Risorto abita nel tempo. Ci doni il Signore di motivare e rimotivare nel tempo il dono della nostra fede.

Don Maurizio


VITA PASTORALE DELLE COMUNITÀ PARROCCHIALI

mani

Domenica 3 febbraio, ore 10:00: Iniziazione cristiana per ragazzi e genitori del II gruppo.

Mercoledì 6 febbraio: – FESTA DI SANTA DOROTEA, ore 10:00: tradizionale BENEDIZIONE DELLE MELE E MOMENTO DI PREGHIERA con bambini e religiose presso la Scuola dell’Infanzia in Via San Pietro. Ringraziamo il Signore per la presenza nel nostro territorio di questa famiglia religiosa, che silenziosamente cura la formazione integrale di tanti nostri ragazzi. – CONSIGLIO PASTORALE INTERPARROCCHIALE alle ore 19:00 presso San Nicolò.

Sabato 9 febbraio, accoglienza gruppo Pontevigodarzere. Domenica 10 Febbraio: – Ore 15:30, TRASLAZIONE DEL CORPO DELLA BEATA EUSTOCHIO (BEATA LUCREZIA BELLINI) dalla chiesa di san Pietro alla Basilica Cattedrale, in occasione dei 550 anni dalla sua morte (1469 – 2019); MOMENTO DI PREGHIERA presso la chiesa di san Pietro, PROCESSIONE verso la Cattedrale – Ore 16:15 PREGHIERA DEI VESPRI in Basilica Cattedrale.

Lunedì 11 febbraio, Memoria della Bata Vergine di Lourdes e Giornata mondiale del Malato: alle ore 16:30 SANTA MESSA PER ANZIANI E AMMALATI IN CATTEDRALE.

Mercoledì 13 febbraio, FESTA LITURGICA DELLA BEATA EUSTOCHIO (BEATA LUCREZIA BELLINI), SANTE MESSE: Ore 7:30 – 11:00 – 16:30 – 18:30. Giovedì 14 febbraio, festa dei Santi Cirillo e Metodio e memoria di San Valentino, BENEDIZIONE DEI BAMBINI E CONSEGNA DELLE CHIAVETTE alle ore 16:00 presso la chiesa dei Servi.

Sabato 16 febbraio, FESTA DEI SANTI FONDATORI DELL’ORDINE DEI SERVI DI MARIA: – alle ore 17:30, CONFERENZA – alle ore 18:30, SANTA MESSA con i servi di Maria presenti nel territorio delle nostre parrocchie.

Sabato 23 febbraio, PREPARAZIONE DEI BATTESIMI alle ore 15:30 presso la cappella invernale della Cattedrale. Martedì 26 febbraio, INCONTRO UNITARIO DELLA SAN VINCENZO alle ore 16:00.

 


Beata Eustochio-2

CELEBRAZIONE PER I 550 ANNI DALLA MORTE DELLA BEATA EUSTOCHIO
DOMENICA 10 FEBBRAIO 2019, ORE 15:30

Ore 15:30: Traslazione dell’urna della Beata Eustochio dalla Chiesa di San Pietro alla Basilica Cattedrale (Percorso: Via San Pietro – Via Patriarcato – Piazza Capitaniato – Arco dell’Orologio- Piazza Duomo)

Collocazione dell’urna presso la Cappella Giustiniani

Ore 16:15: Celebrazione dei Vespri


 

ORARI SS. MESSE 

ORARI DELLE SANTE MESSE NELLE COMUNITÀ PARROCCHIALI DEL CENTRO STORICO

CATTEDRALE

FERIALE  Ore 7:30 Ore 11:00 Ore 18:00 Vespri Ore 18:30 ,

SABATO festiva 1630

DOMENICA Ore 8:30  Ore 10:00 Ore 11:30 Ore 17:00: Vespri della domenica Ore 18:30

SAN NICOLÒ, VESCOVO
FERIALE: ore 18:30 SABATO (festiva): ore 18:30 DOMENICA: ore 10:00 • 11:30
SAN BENEDETTO, ABATE
OGNI GIOVEDÌ: ore 17:00 SABATO (festiva): ore 18:00 DOMENICA: ore 10:30
SANTA MARIA DEI SERVI
FERIALE: ore 7:45 • 18:30 SABATO (festiva): ore 18:30 DOMENICA: ore 10:30 • 17:15
SANT’ANDREA, APOSTOLO
FERIALE: ore 8:00 • 18:15 SABATO (festiva): ore 18:15 DOMENICA: ore 9:30 • 11:30 • 18:15
SAN TOMASO BECKET, MARTIRE
FERIALE: ore 18:30 SABATO (festiva): ore 18:30 DOMENICA: ore 10:00 • 18:30
CORPUS DOMINI, DETTA DI SANTA LUCIA RETTORIA
FERIALE: ore 10:00 • 18:00
SAN CLEMENTE, PAPA RETTORIA
FERIALE: ore 10:00 DOMENICA: ore 11:30
SAN CANZIANO, MARTIRE DETTA DI SANTA RITA RETTORIA
FERIALE: ore 9:00 DOMENICA: ore 20:00


 

Dove sono le nostre 6 parrocchie?

mappa_chiese_UPcattedrale